L'origine des patronymes

 

O L'Italia e' con la Francia l'uno dei paesi dove ci sono il maggior numero di cognomi diversi. Diverse ragioni giustificano questa situazione :prima di tutto, il fatto che la lingua parlata nelle regioni italiane non e' sempre la stessa ; cosi i cognomi veneziani sono diversi dai cognomi toscani, che loro stessi non hanno che un rapporto molto lontano con i cognomi del sud della penisola, lor stessi ben lontani dai patronimici sardi, che meriterebbero a loro soli uno studio particolare.

Poi, logicamente, per ogni nome o quasi, si dispone di al meno due varianti : da una parte un singolare il più spesso in -o, dall'altra un plurale in -i. Di cui per esempio le coppie Grasso/Grassi, Rossi/Rossi, Ferraro/Ferrari, o ancora Giordano/Giordani. Questo plurale indica la figliazione in senso largo: quello che si chiama Longhi non e' per forza il figlio di un denominato Longo, ma piuttosto il membro della sua famiglia, al meno all'origine.

Ultimo elemento, forse il più importante : la molteplicità dei derivati, che si tratti di diminutivi (-ello, -etto, -ino),d'aumentativi (-one) o di peggiorativi (-accio, -azzo), avremo l'occasione di tornarci sopra. Dei cognomi... tirati per i capelli. Se si considera la lista dei venti cognomi più portati in Italia, ci si accorge che sei di loro sono legati all'aspetto della capigliatura, a comminciare dai due primi, Rossi e la sua variante meridionale Russo, che designano colui che ha i capelli rossi. Bianchi e Bruno evocano per la loro parte dei capelli bianchi o bruni. Infine Ricci e Rizzo sono in partenza dei sopranomi portati da persone ricciolute.

Diciamo bene "all'inizio" perchè, al modo dei Romani di cui sono i discendenti più diretti, gli Italiani hanno utilizzato questi sopranomi come cognomi di persone (o nomi di battesimo per essere più chiari). Il terzo cognome della lista, Ferrari, evoca di per se un mestiere, quello di fabbro (in latino faber ferrarius). Altro mestiere assai ben piazzato, il barbiere, di cui si sa che e' anche chirurgo, incontrato sotto la forma Barbieri.

Più sorprendente e' il quarto cognome della nostra lista, Esposito, presente oggi in tutt'Italia, ma essenzialmente napoletano : si tratta di un termine che serviva a chiamare i bambini abandonati alla nascita (esposti davanti alla chiesa o l'ospedale dei poveri). Meno sorprese per il resto, se no' che non si sa se si ha a che fare con un nome o un sopranome, per esempio con Colombo , Gallo o Leone, il nome essendo pertanto la soluzione la più verosimile.

Stesso problema con Romano (quinto cognome più portato), che puo' certo designare un Romano ma e' anche un nome molto esteso. Il patronimico Greco, che anche lui e' stato utilizzato come nome, determina per lo più quello che viene dalla Grecia, o ancora del Sud (la dove si parlava la lingua greca), con delle connotazioni spesso peggiorative (furbo, ipocrita, ingannatore per esempio). In quanto ai Lombardi, erano logicamente dei Lombardi, gente del Nord, ma anche dei banchieri o degli usurai. Infine Marino (variante: Marini) evoca raramente un marinaio : e' semplicemente un diminutivo dal latino Marius (italiano Mario). I venti cognomi più portati: Rossi, Russo, Ferrari, Esposito, Bianchi, Romano, Colombo, Ricci, Marino, Greco, Bruno, Gallo, Conti, De Luca, Costa, Giordano, Mancini, Rizzo, Lombardi, Moretti. Ipocoristici e altri derivati l'avremo notato, i nomi più correnti (Giovanni, Giacomo, Pietro per esempio) non figurano nella nostra lista.

Sono pertanto onnipresenti come cognomi, ma sotto una infinità di varianti dalle forme talvolte sorprendenti. Il nome Giacomo ci servira' qui d'esempio : si sa che Jacques e Jacob sono in partenza uno stesso nome, quello che spiega le prime varianti Giacomo, Giacomi, Giacobo, Giacopo, Giacobbi, Iacomo, Iacomi, Iacobo, Iacopo o ancora Iacovo, Iavoco.

Questi cognomi sono talvolte preceduti da una preposizione marcante l'appartenenza famigliare, per esempio Di Giacomo o Dello Iacovo. Sono sopratutto seguiti da una infinità di sufissi. Per il solo Giacomo, si notera' cosi Giacomello, Giacomelli, Giacometti, Giacomino, Giacomini, Giacomìn, Giacomucci, Giacomuzzi, Giacomozzi, Giacomoni, Giacomazzo ou Giacomazzi. Va da se che si trova altrettanti derivati formati su Giacobo, Giacopo e gli altri, e che sarebbe troppo lungo citarli tutti. Ma non e' tutto : secondo le regioni, Giacomo si e' contratto in Giaco, Giachi, Giacco, Giacchi,Iaco,Iachi, Iaci,Zacco, Zacchi, ogni forma avendo anche i suoi derivati (Giacchetti o Zacchetti tra gli altri). E come se questo non bastasse, gli Italiani sono generalmente molto amatori di aferesi (accorciamenti generalmenti affettuosi di un cognome con sopressione della prima sillaba). E dunque Giacomo diventa Como, che trascina al suo seguito i derivati Comello, Comelli, Comellini, Com etto, Cometti, Comino, Comini, Comìn, Cominello, Cominelli, Cominetti, Cominotto, Cominotti, Comucci, Comuzzo, Comuzzi, e ne passo! Aggiungete a questo delle forme inattese come Lapi o anche Papi (con certo i loro derivati), questo fa per un solo cognome varie decine, forse centinaia di forme diverse. Ma e' meglio se ci fermiamo qui ! Se avete una precizzazione da portare, non esitate a scrivermi.

Jean Tosti

alcuni link su i cognomi italiani :
- La carta dell'Italia del vostro cognome : http://gens.labo.net/it/cognomi/
- Il significato di numerosi cognomi : http://www.melegnano.net/cognomi0001.htm

I 200 cognomi più portati in Italia e numerosi spiegazioni sui cognomi
http://web.tiscali.it/armandfederico/rubriche/cognomi.htm

Ringraziamo Jean Tosti e Christophe Becker, direttore di Geneanet, per il loro accordo a fare pubblicare quest'articolo. E' da segnalare che Jean Tosti si interessa particolarmente all'origine dei patronimici di Francia e d'altronde che ha elaborato un sito su quest'argomento..
 


Link Utili

O La carte d'Italie de votre nom de famille :
http://gens.labo.net/it/cognomi/

O La signification de nombreux noms de famille :
http://www.cognomiitaliani.org/cognomi/cognomi0001.htm

O Les 200 noms les plus portés en Italie
http://web.tiscali.it/armandfederico/rubriche/cognomi.htm
???

O Jean Tosti
http://jeantosti.com/indexnoms.htm